Manutenzione Manichette e Naspi

Manutenzione Manichette e Naspi

La norma di riferimento per la manutenzione degli idranti è la UNI EN 671/3 che indica le periodicità degli interventi e le modalità d’esecuzione.

Le operazioni sono:

  • Sorveglianza . Consiste in una verifica periodica atta a verificare principalmente che gli idranti/naspi siano presenti, non presentino segni di manomissione e che siano facilmente accessibili. Occorre inoltre verificare la presenza di tutti i componenti dei naspi e degli idranti e che le cassette di corredo degli idranti siano complete di tutti gli accessori.
  • Controllo . Consiste in una verifica semestrale atta a verificare che le istruzioni d’uso siano chiare e leggibili, la localizzazione sia chiaramente segnalata, i ganci per il fissaggio atti allo scopo siano fissi e saldi, non vi siano segni di danneggiamento nella cassetta e che i portelli della stessa si aprano agevolmente. Si deve verificare il funzionamento degli attacchi per autopompa controllando che le valvole d’intercettazione e di mandata siano di facile manovrabilità e si deve lasciare la valvola d’intercettazione in posizione aperta con il ripristino di eventuali sigilli. Per gli idranti soprassuolo e sottosuolo di deve verificare che le valvole siano di facile manovrabilità e che i tappi di chiusura siano facilmente apribili. Verificare che il contenuto delle cassette a corredo d’idranti sia completo di tutti i componenti necessari al corretto utilizzo dello stesso. Manutenzione. Consiste in un intervento annuale durante il quale, oltre alle operazioni previste per il controllo, si verifica l’integrità della manichetta in tutta la sua lunghezza tramite prova a pressione di rete. La tubazione deve essere controllata in tutta la sua lunghezza per rilevare eventuali screpolature, deformazioni, logoramenti o danneggiamenti. Qualora la tubazione presenti qualsiasi difetto deve essere sostituita o collaudata alla massima pressione d’esercizio. Si verifica inoltre che le bobine ruotino agevolmente in entrambe le direzioni, il supporto dei naspi orientabili possa piroettare agevolmente fino a 180°. Si deve lasciare il naspo antincendio e l’idrante a muro pronto per un uso immediato. Nel caso siano necessari ulteriori lavori di manutenzione è necessario informarne l’utilizzatore e collocare sull’apparecchiatura un’etichetta “FUORI SERVIZIO”.
  • Manutenzione di tutte le manichette flessibili . Consiste nel collaudo quinquennale di tutte le manichette alla massima pressione d’esercizio (12 bar).

Altre verifiche sono previste per impianti provvisti di pompe di pressurizzazione, compressori e riserve idriche.

RETI  IDRANTI norma uni 10779 luglio 2007  tutte le norme di riferimento dei singoli  componenti di una rete idranti

IDRANTI A COLONNA SOPRASUOLO devono essere conformi alla norma – UNI EN 14384-2006 (vecchia norma – UNI 9485) DN  80  con   2  attacchi UNI 70  DN 100 –con  2  attacchi UNI 70  -con  2  attacchi UNI 70 + 1  UNI 100  DN  150  -con  2  attacchi UNI 70 -con  2  attacchi UNI 70 + 1  UNI 100    -con  3  attacchi UNI 70 + 1  UNI 100. La profondita’ di interro deve essere definita dal progettista  e  comunque non inferiore  a 300 mm.

IDRANTI SOTTOSUOLO devono essere conformi alla norma –UNI EN 14339 – 2006  (vecchia norma UNI 9486)

 CASSETTA  A  CORREDO DEGLI  IDRANTI SOPRASUOLO per ciascun idrante deve essere prevista una o più tubazioni flessibili DN 70 a norma UNI 9487  con raccordI UNI 804 , sella , lancia  di erogazione  e chiavi di manovra indispensabili all’uso dell’idrante. Tali dotazioni devono essere  ubicate in prossimita’ degli  idranti in apposite cassette.

IDRANTI A MURO conformi alla norma UNI EN 671/2 le attrezzature devono essere permanentemente collegate alla valvola di intercettazione

TUBAZIONE FLESSIBILE  DN 45   conforme alla norma UNI EN 14540 – 2006 la lunghezza della tubazione non puo’ essere superiore ai 20 m .tranne nei casi in cui per alcune applicazioni specifiche i regolamenti permettono lunghezze maggiori.

NASPI  ANTINCENDIO i  naspi  antincendio  devono  essere  conformi  alla norma UNI EN 671/ 1

COMPONENTI DEL NASPO:

BOBINE –  devono essere di colore rosso

TUBAZIONE– deve essere semirigida e conforme alla norma UNI EN 694

DIAMETRO – IL DIAMETRO della tubazione deve essere 19/25/33 mm.

LUNGHEZZA – NON SUPERIORE A 30 m.

LANCIA – a leva o a rotazione

CASSETTE – devono essere munite di portello e possono  essere  dotate  di  serratura.

ATTACCHI AUTOPOMPA per verificare periodicamente la corretta funzionalita’ degli attacchi per autopompa bisogna controllare:

  1. Per gli attacchi montati su linea di derivazione bisogna controllare che non ci sia uscita di acqua
  2. Per gli attacchi montati su linea di mandata bisogna controllare che l’acqua esca

Manometri di prova in prossimita’ dell’ultimo idrante o naspo di ogni diramazione aperta su cui siano installati due o piu idranti / naspi  si deve installare un manometro completo di valvola portamanometro atto a indicare la presenza  di pressione  nella diramazione e  a  misurare  la pressione residua durante la prova dell’idrante o del naspo